MovimentoInStatale

Tra poco sarà votato il Disegno di Legge Quadro sull'Università. Sono previsti rettori manager, tagli e fondazioni private!


    Strane storie...nei chiostri di FdP!

    Condividi

    abz

    Numero di messaggi : 14
    Data d'iscrizione : 17.01.09

    Strane storie...nei chiostri di FdP!

    Messaggio  abz il Mer Giu 17, 2009 12:42 pm

    tratto da: http://uninversi.org

    ..storie di Anticrittogamici in università Statale. Chissà se qualcuno si è accorto dei simpatici cartelli che, per un paio di giorni, hanno animato il cortile d'onore dell'antica sede di FdP (già ampiamente provata da innumerevoli tentativi di speculazione). Per l'università pubblica in Italia si prospetta un futuro al Propiconazolo puro, non male! A quando le sfilate di moda tra i chiostri dell'ateneo che sono costantemente chiusi agli studenti?

    Questa è l'immagine* con cui l'Università di Oxford ha deciso di presentarsi online: studenti che leggono rilassati sull'erbetta all'inglese di un antico chiostro. L'immaginario suggerito dal prestigioso ateneo inglese, il campus come spazio dedicato allo studio ed alla socialità, è quanto di più lontano dall'idea di università che i nostri rettori ed amministratori stanno, giorno dopo giorno, realizzando.

    La necessità di salvaguardare e valorizzare il patrimonio storico ed architettonico delle strutture di via Festa del Perdono è prioritaria, benissimo, siamo tutti d'accordo. Quello che non ci convince, come spesso accade, è il DelcevaPensiero. Nelle intenzioni del magnifico infatti, “prestigio” e “vitalità”, “spazio verde” e “svago”, “studio” e “voglia di vivere”, sono antinomie inconciliabili.
    I chiostri di fdP, simbolo della trasparenza e dell'apertura della ricerca universitaria, luogo ideale per la discussione e il dibattito, restano inevitabilmente chiusi. Per un paio d'anni saranno le transenne degli interminabili restauri, quindi le graziose siepi che silenziosamente ne impediscono l'accesso o i mastodontici complessi di qualche evento di moda o design che nulla a che fare con le creazioni e la creatività di noi studenti.
    Due chiostri su tre, nella nostra università, restano inesorabilmente chiusi, a protezione dell'immagine istituzionale della Statale dal dannoso fruire di questi barbari pischelli pronti ad espugnarne cognitivamente gli spazi.
    L'ultimo ritrovato per la lotta contro gli studenti provocatori, si chiama PROPICONAZOLO, così per sopperire alla paura che il cortile d'onore possa essere usato come campo da calcetto, scende in campo la chimica. Il giorno precedente al torneo organizzato da alcuni ragazzi, il grande chiostro è stato trattato con una passata di potenti anticrittogamici di cui abbiamo scansito l'inquietante cartello informativo.
    La miopia della nostra amministrazione rispecchia tutta la condizione di privazione in cui versa l'università italiana e si fa metafora dell'urgenza di un cambiamente radicale. Sognando chiostri ben più aperti di quelli di oxfordiana memoria...

    Ancora una patologia messa in luce, nella speranza di contribuire al risveglio dei dibattiti, delle discussioni, dei pensieri che forse riusciranno a riappropriarsi di ogni spazio recintato.

    *http://www.ox.ac.uk/
    *La parola anticrittogamico deriva da crittogame, e intende specificare un elemento o un composto la cui azione è finalizzata nell'eliminare completamente forme di vita appartenenti a questo gruppo. (Wikipedia)

      La data/ora di oggi è Lun Feb 19, 2018 10:34 pm